Berlino e' una città dai mille volti, immensa.... non si può nemmeno immaginare quanto sia grande.

Una salita sulla Torre della Televisione (Fernsehturm), c'è anche un bar che gira di 360 gradi per avere una visuale completa della città.

Il quartiere Nikolaiviertel, una piccola città dentro Berlino con molti locali, negozi, ristoranti e birrerie. E' uno dei pochi quartieri dove si può ancora respirare un'aria di "antico", in una città iper-moderna.


Il Tiergarten, il parco pubblico più grande di Berlino, con al centro la statua della Vittoria alata.


Il famoso Zoo di Berlino, il più grande d'Europa. E' grandissimo e ci sono moltissimi animali,cercate di trovarvi verso le 16 nella zona dei leoni è l'orario che gli portano il cibo, bello spettacolo.Per un giro completo occorono almeno 5 ore.

Checkpoint Charlie.
Simbolo della Berlino divisa, ora è diventato, purtroppo, solo un richiamo turistico con negozi di souvenir e foto (a pagamento) con US soldier con tanto di bandiera USA.

Interessante la mostra fotografica gratuita allestita nelle vicinanze, sulla storia del Muro dalla sua costruzione (agosto 1961) alla sua demolizione (novembre 1989).Davvero molto bella la mostra fotografica spiega tutta la storia del muro


Vicino al Charlie Checkpoint, c'è un'altra mostra fotografica all'aperto, anch'essa molto significativa e gratuita: Topographie of Terror, che ripercorre le tappe del Nazismo dalla nascita del movimento nazionalsocialista al processo di Norimberga. Sorge sul terreno dov'era la sede della Gestapo.


Altrettanto significativo è il Memoriale dell'Olocausto. Percorso multimediale di suoni ed immagini sulle vicende delle deportazioni. E' a qualche decina di metri dalla Torre di Brandeburgo e, come il Topographie Terror è gratuito.


Il Museo Ebraico, infine, è situato in un edificio architettonicamente molto avveniristico e racconta, con ampio ricorso alla multimedialità,la storia degli Ebrei in Germania dai primi insediamenti risalenti a circa duemila anni fa fino ai giorni nostri. Particolare attenzione, ovviamente, è dedicata alle vicende naziste.


Alexanderplatz, da dove è partito il movimento che ha portato al crollo del muro di Berlino. Oggi presenta ancora molto spazio in cantiere.


Unter den Linden (letteralmente "Sotto i tigli"), il viale che da Alexanderplatz porta fino alla Porta di Brandeburgo. E
ra il viale "di rappresentanza" di Berlino Est, con tutti i maggiori edifici pubblici (dall'Ambasciata Russa all'Università, dalla Biblioteca Nazionale al Teatro dell'Opera, ecc.).


Gendarmenmarkt fermata hausvoigteiplatz (U2) o 700 metri dall'incrocio friderichstrasse con unter den linden. C'è il concerthaus e le 2 chiese gemelle. Di notte è molto suggestivo.


East side Gallery, resti del muro di Berlino (graffitati) nella zona da Holtzmarkt Str. fino a Warschauerplatz.


Sowjetisches Ehrendenkmal am Treptower Park, fantastico monumento dedicato all'Armata Rossa che liberò la Germania dal nazismo. L'impostazione è tipically soviet, comunque, da come si presenta è ben conservato anche dai "nuovi tedeschi".

Dalla stazione Treptower Park sono 900 metri e bisogna andare nell'interno del bosco. Ci si arriva anche dall’ East Side Gallery, percorrendo tutta Stralauer Allee a piedi (1.3km) e ammirando lungo il cammino anche il famoso Molecole Man in mezzo all’acqua.


Il Castello di Charlottenburg, una volta la residenza della dinastia degli Hohenzollern, ha una storia movimentata alle spalle. Questo castello insieme al suo parco è pertanto il luogo ideale per un intraprendere un viaggio nell’arte e nella cultura prussiana dal periodo barocco fino agli inizi del ‘900. L’edificio è stato costruito nel tardo ’600 come residenza estiva per la principessa e in seguito regina Sofia Carlotta, da cui appunto anche il nome “Charlottenburg” (Burg significa castello in tedesco). Nel corso dei secoli il Castello di Charlottenburg è stato continuamente modificato.

Dopo una lunga e difficile ricostruzione in seguito alle pesanti distruzioni subite durante la seconda guerra mondiale, Charlottenburg ha nuovamente riscosso il favore degli appassionati di castelli così come degli storici dell’arte. Particolarmente apprezzati sono gli sfarzosi saloni delle feste e gli appartamenti barocchi della coppia reale nel pianoterra del castello, dove si trovano anche la galleria degli antenati e la cappella. Il piano superiore ospita invece il museo dei servizi da tavola e delle argenterie di corte.


L’Orangerie, che originariamente serviva per la conservazione di piante rare, divenne luogo di sfarzose feste già nel periodo di massimo splendore della dinastia degli Hohenzollern. Dopo la sua distruzione nella seconda guerra mondiale e la difficile restaurazione, l’Orangerie è ridiventata un luogo in cui abbandonarsi ai piaceri reali, coronato da tutti gli agi del XXI secolo. Il salone delle feste, inondato di luce, offre un ambiente perfetto per manifestazioni culturali, concerti e banchetti. La Gedächtniskirche, chiesa che fu oggetto di bombardamenti e che conserva la parte semi-distrutta e la affianca ad una iper-moderna, costruita negli anni '60, a significare la brutalità della guerra e la volontà di ricostruzione. All'interno vetri blu creano un'atmosfera unica che invita alla meditazione. E' un po' il simbolo della commistione antico-moderno, che caratterizza l'architettura di tutta Berlino. Per questo, può non piacere.


Cupola del Reichstag, ingresso gratuito,

Meritevole dal punto di vista storico (è la sede del Parlamento tedesco) e architettonico (la cupola moderna, costruita sull'edificio antico, è opera di Norman Foster). Dalla sommità si vede tutta Berlino, andate quando è notte (chiusura alle 22) lo spettacolo è stupendo e la fila è più breve. Danno anche dei libricini/opuscoli molto interessanti (in italiano) su come funziona il sistema politico tedesco. Se avete bambini max 6 anni fatelo notare al servizio d'ordine, vi accompagneranno all'entrata riservata ai disabili saltando la fila (2008).


Potsdamer Plaz, per vedere la "Berlino proiettata nel futuro". Vi trovate edifici realizzati dai maggiori architetti contemporanei (tra cui Renzo Piano), destinati soprattutto ad uffici (ade es. la sede della DB, le ferrovie tedesche) ed attività commerciali (ad es. il centro commerciale Arkade). Spicca, su tutti, il SonyCenter, con la famosa copertura "a tenda":

La piazza, immensa, era adibita a rimessaggio di pullman ai tempi della Berlino Est. http://www.potsdamer-platz.net/


Centro documentazione e memoriale sul muro,Bernauer Straße 111,Collegamenti:S1-S2 stazione Nordbahnhof U8 Stazione Bernauer Straße. Ingresso libero. Qui è stato ripristinato ristrutturandolo fedelmente un tratto della linea di frontiera che divideva la città (il muro esterno/interno e la zona della morte). Attiguo c'è un centro di documentazione molto interessante con annessa una torre con piattaforma panoramica. Da lí, é possibile vedere il muro dall'alto. http://www.berliner-mauer-gedenkstaette.de/index_it.html


Kreuzberg, quartiere storico della Berlino alternativa anni 80/90, ora quartiere turco, merita una visita, sembra tutto ovattato, quasi una cittadina a parte; era il quartiere prepulsore del movimento punk-alternativ nel mondo.


Prenzlauer Berg, quartiere pieno di locali anche se non è dove si accentra la vita notturna dei berlinesi trendy.


Una passeggiata in Kurfurstendamm (abbreviato Ku-damm), dove c'è la famosa scultura "Berlin", simbolo della Berlino divisa


Il magazzino Ka-De-We, soprattutto il sesto ed ultimo piano dove potrete assaggiare cibi deliziosi.

Grande negozio di abiti usati vengo venduti al chilo circa 13euro al kilo Garage Ahornstrabe 2, schoneberg fermata metro U Nollendorfplatz


Il Pergamon Museum , in quella zona che viene chiamata "Isola dei Musei" è aperto tutti i giorni dalle 10 alle 18, tranne il giovedi, che rimane aperto fino alle 22. L'ingresso costa 8 euri (4 euri il ridotto), con guida audio gratuita in italiano. Il giovedì pomeriggio è gratis dalle 18!

E' uno dei musei piu' emozionanti del mondo, famoso per il suo altare e la porta di Babilonia. Trovate inoltre monete antichissime, statue greche e non solo, sculture e colonne greche di templi e altari semi-distrutti. Al piano superiore c'è una esposizione di arte islamica piuttosto vasta. Preparatevi a code per il biglietto, per il guardaroba, per ritirare la cuffia (senza questa non capirete molto, perchè le spiegazioni sono in uno stringatissimo tedesco). Nonostante questo, la visita al museo è veramente interessante e da non perdere!!


Siegessaule: non potete non notarla, è quella statua altissima che si vede dalla porta di Brandeburgo e che si trova nel parco. Per arrivarci, non fatevi ingannare dalla distanza: sembra poco ma in realtà saranno circa 3km. Una volta giunti lì sotto, entrate nel museo (sconto studenti) e salite i 67 metri in verticale della scala a chiocciola che vi portano in cima alla statua da cui godrete di una delle più belle viste di Berlino

Se partite dalla Stazione Tiergarten, potete visitare un grande mercato di rigattieri e piccoli antiquari. Non è a livelli raffinati ma merita. Occhio alle cineserie ed ai falsi reperti DDR. Interessanti ed a buon mercato le stampe antiche.

Isola dei Musei: proveniendo da Alexanderplatz e andando verso Brandeburgo lungo Unter den Linden, si trova sulla destra. La fermata della metropolitana è Friedrichstrasse, poi 5 minuti a piedi costeggiando il fiume. E' un quartiere con diversi musei fra cui spicca sicuramente il Museo di Pergamo.


Gli amanti dell'architettura non possono non vedere la Bauhaus, la famosa scuola degli anni '20 che segnò un profondo cambiamento rispetto al passato.Bellissimo il museo della fotografia dedicato ad Helmut Newton: al piano terra c'è la sua collezione personale.


Museum für Film und Fernsehen (Museo del cinema e della televisione) in Potsdamer Straße 2, metro Potsdamer Platz. Stupendo viaggio nella cinematografia tedesca con cineprese, oggetti di scena, miniature etc. inoltre stanze dedicate alle attrici del passato come Marlene Dietrich. http://www.filmmuseum-berlin.de/


Berliner Dom, la cattedrale dedicata a S.ta Edvige. Si visita il duomo (la cui cupola è stata distrutta e ricostruita) e l'annesso museo con miniature del duomo stesso. Si può fare un giro anche sulla cupola.

Si trova su Unter den Linden, a fianco all'Isola dei Musei: si riconosce facilmente per la cupola verde.


Molto bello è il Museo della Tecnica Tedesca (Deutsches Technik Museum), ma ogni indicazione al suo interno è scritta solo in tedesco. Linea U7 - Fermata Moeckernbruecke

http://www.dtmb.de/Rundgang/indexJS_en.html


Museo DDR situato sulla riva della Sprea (lato Alexander Platz), a 100 m dal Duomo e dall'isola dei musei. Mostra com'era la vita nella Germania dell'Est prima della caduta del muro. Davvero interessante e ben fatto! http://www.ddr-museum.de/en/home/


Esiste la Museumspass valida 3 giorni, che, con 15 euro, consente una notevole quantità di ingressi gratuiti (60 musei) e non si fa fila per entrare ai musei. Se andate al Pergamon ed alla Gemaldegalerie (pittura europea dal 300 al 700) avrete già risparmiato 3 euro. il castello di Charlottenburg e il Beliner Dom non sono inclusi, il resto sì.

http://www.berlin-tourist-information.de/italiano/it_museumspass.php


Potete anche vedere, se andate alla Gemaldegalerie, anche alla Neue National Galerie (arte moderna) visto che merita ed è a qualche metro.

http://www.smb.spk-berlin.de/smb/sammlungen/details.php?objectId=5


Da vedere anche le architetture di Hans Scharoun, quali:

Die Berliner Philharmonie, la sala concerti di Berlino), sita nel Kulturforum e sede dei Berliner Philharmoniker ( http://www.berliner-philharmoniker.de ) Tour guidato a 3 euri, tutti i giorni (tranne 24, 25, 26, 31 Dicembre e 1 Gennaio)


.


Non perdetevi Hauptbahnhof (Stazione centale), il cui assetto architettonico caratterizzato prevalentemente da strutture vetrate vi offre la senzazione di essere in un luogo tanto avveniristico che i treni presenti, rappresentano un banale dettaglio. I berlinesi ne sono orgogliosi!


Testi estratti da zingarate.com copyright zingarate Srl

 
artflat 64artflat_64.html
artflat_16.html
artflat_16.html

home     berlin     tariffe    prenota    offerte    contatti

prenota il tuo volo

artflat_16.html
artflat 16artflat_16.html
artflat_27.html
artflat 27artflat_27.html
artflat_27.html